martedì 21 giugno 2011

Bottega Verde: Due piccoli acquisti


Buon pomeriggio :)
Come già avevo scritto ieri venerdì scorso sono andata al Centro Commerciale Le Meridiane di Lecco e oltre a Sephora e Kiko, ho fatto un giro anche da Bottega Verde.
Premettiamo subito che io non ho grande simpatia per questo marchio, trovo i loro prodotti decisamente sintetici per il nome che portano, in passato stono stata una cliente e ho avuto parecchie problemi con un gel detergente viso per pelli impure, più o meno lo stesso effetto che mi fece quello Garnier Pure Zone, brrrr.
Quindi per anni li ignorati, anche in seguito alla presa di coscienza in fatto di test sugli animali.
Recentemente però, circa un anno fa mi ritrovai nella casella di posta una super offerta di prodotti al 50 % e i solidi € 4,99 che fanno spesso loroe tentata soprattutto da alcuni lip balm, ho scritto chiedendo aggiornamenti sulla questione test e mi è stato risposto, diversamnete da quello che sapevo (quindi la politica è probabilmente cambiata e menomale) che loro non effettuano test sui prodotti finiti, che testano le materie prime su volontari e che cercano di comprare ingredienti da aziende che non testino. Certo la sicurezza matematica non c'è (ma se per questo pure con Kiko ed altre marche c'è una risposta simile dal servizio clienti), però io sono uan persona ottimista e mi piace dar fiducia alle persone, così allora effettuai un ordine, presi davvero poche cose e quasi di tutto fui soddisfatta.

Questa enorme premessa per dire, che venerdì, sono passata principalmente per dare unos guardo e non con l'idea di comprare. Ho swatchato principalmente prodotti di make up, mi sono piaciute molto le nuove (a detta della commessa, poi non so da quanto ci siano in realtà, perchè non frequento molto BV XD) palettine da tre colori di ombretto, soprattutto qella sui toni del dorato e marrone, molto molto scriventi e pigmentati, ma ho davvero troppi ombretti.
Poi lo sguardo mi è caduto sulla nuova linea limitata, la BV Flower di cui non sapevo assolutamente nulla e mi son swatchata tutto ma proproprio tutto.
La due terre bellissime, ma ho già un bronzer che non riesco a finire da un anno e 2 nuovi che mi aspettano ^^;; Mi piaceva soprattutto quella illuminante (e te pareva! XD), neanche  dire di comprarla come illuminante, ne ho troppi anche di quelli!
Bellissimi i due mascara, devo dire sono stata molto tentata, soprattutto il nero, avevano un scovolino che mi piaceva tanto tanto, ma alla fine un po' per il costo (sui 12 euro mi pare, già scontato) un po' per il fatto che di mascara aperti ne ho tanti, l'ho lasciato sullo scaffale.
Mi sono swatchata i matitoni-ombretto: il lilla carinissimo nella confezione ma non scriveva niente, il marrone morbido ma niente di che, quello bello bello era il blu, però anche quello ho deciso di non prenderlo perchè per lo stesso prezzo (anzi forse pure qualcosa in meno) mi prendo gli stick della Kiko che amo.
Ma veniamo al mio punto debole di sempre: i gloss!
Ovviamente li ho swatchati tutti sulla mano ed erano un tripudio di brillantini *_*
Devo però aver cambiato espressione quando ho swatchato Cipria, perchè il mio ragazzo mi fa "se vuoi te lo compro" ed io non ho neanche detto di si, ero troppo imbambolata, al massimo avrò fatto il gesto con la testa XD
Potrà sembrarvi assurdo, perchè io di lip gloss ne ho proprio tanti (non li conto per paura, ma fidatevi XD un po' sono in questo post ma in realtà sono molti di più ^^;;; ) a volte anche piuttosto inutili e poco usati e mi domando che cavolo li ho comprati a fare... Ma recentemente sto cercando di comprare solo quelli che mi durano un po' più di un battito di ciglia oppure di non comprarne affatto :D 
Magari aspettando quello che mi abbaglia... E questo qui di BV l'ha fatto in pieno. Ha un colore tenue (infatti lo definiscono cipria) quasi trasparente, strapienissimo di micro sbrillini dorati, è morbidissimo, ha un pennellino un po' strano (nons o se si nota dalle foto) un po' traballante e un po' scomodo per stendere il prodotto sul labbro superiore, ma nel compenso lo trovo simpatico ^^
Somiglia moltissimo ad un lipgloss che andava di moda quand'ero più piccola, mi pare L'Oreal che non sono riuscita a trovare ma che aveva una mia compgna di classe ed io lo ammiravo in silenzio! (che cosa poetica o patetica XD)
Quindi quando l'ho visto è stato come un tuffo nel passato e sono stra-stra-felice che il mio ragazzo me l'abbia regalato *_* Dice sempre che i suoi regali li apprezzo poco, ma non è vero, quando sono regali truccosi li apprezzo sempre enormemente XD
Andato alla cassa a pagare gli hanno detto che poteva prender eun altro prodotto a scelta e prendelro con il 40 % di socnto, così dopo aver vagato per altre due ore nel piccolo negozietto, prendevo solo roba già in offerta e su quella non valeva, tutti i lip balm erano già scontati, così alla fine mi è caduto l'occhio sul guanto da scrub e ho preso quello. Del resto avevo già in progetto di prendermi il sapone nero da AZ, questa sarà decisamente la volta buona che lo compro :D
In tutto ha speso € 12,68 ed io poso dirmi soddisfatta :)
Ecco qui le cosine:














In questi giorni sto già provando il lipgloss e mi piace, purtroppo non dura molto da solo, ma sopra ad un rossetto la sua durata è abbastanza accettabile. Comunque su di me i lipgloss durano tutti poco, tranne qualche eccezione. Comunque il colore è stra-bello, quindi gli perdono tutto *_*
Il guanto l'ho provato stamattina, ho seguito le loro istruzioni e l'ho passato semplicemente sulla pelle bagnata, senza nessun prodotto aggiuntivo, l'effetto mi è piaciuto, mi ha ammorbidito tantissimo i piedi, vedremo poi come si comporterà nei prossimi utilizzi, per il momento promosso.
Voi avete preso qualcosa della BV Flower? Che ne pensate?
Per il momenhto è tutto, alla prossima! Baci!





18 commenti:

  1. uuuh ma che bello il lip gloss!!!
    io non entro da bv da secoli! tutti i loro prodotti mi pare costino uno sproposito..quindi anche se mi piace qualcosa non lo compro per principio..anche se io impazzivo per il loro bagnoschiuma alle more..e ora hanno fatto la linea bimbi ai frutti rossi,a detta loro bio, che mi ispira da matti..ma ovviamente mi trattengo XD

    RispondiElimina
  2. uhu la linea bimbi l'ho vista ma non ho guardato gli inci perchè do sempre per scontato che facciano schifo XD
    Ora vado a cercarmelo sul web!
    Comunque si la loro roba costa uno sproposito, però hanno sempre le promozioni e quelle son buone.
    Ora che ho acquistato mi hanno dato degli sconti da usare in negozio la prossima volta, ci sono anche quelli al 50 %.

    RispondiElimina
  3. ah appro... ma sai se hanno eliminato la linea bio? in negozio l'ho cercata ma non l'avevano...

    RispondiElimina
  4. a vedere questo inci http://forum.saicosatispalmi.org/viewtopic.php?t=14864&sid=72e48430888b6611bfaa33c02fd0df1b non mi pare niente male :) direi che se capito in negozio so già cosa prendermi con il 50% di sconto :D

    RispondiElimina
  5. io ho guardato la collezione ma non ho preso niente... i gloss mi sembravano sheer per le mie labbra e con gli illuminanti same here XD

    RispondiElimina
  6. eh io adoro i gloss ultra-brillosi, d'estate metto solo quelli :D non lo reggo il rossetto ^^

    RispondiElimina
  7. Per precisare :)27 giugno 2011 19:42

    Ho spesso notato che sulla questione "test su animali" non hai le idee chiarissime :) permettimi allora di illuminarti: testare su animali è vietato sia per quanto riguarda le materie prime sia per quanto riguarda il prodotto finito. ovviamente mi riferisco all'europa. quindi quello che ti dice bv è vero, ma questo non significa che le altre aziende testino, commissionino test o acquistino materie prime testate. non sono loro che si distinguono per bontà, semplicemente è la legge che lo vieta.
    purtroppo siamo sotto il reach, quindi le sostanze "create" dopo una certa data devono essere ritestate, ma solo per 3 tipi di test per cui non esistono metodi alternativi. questo è quanto.

    RispondiElimina
  8. non ho capito questo ultimo commento... io penso che se le grandi multinazionali, come per esempio procter&gamble, non testassero davvero sugli animali, lo sbandiererebbero istantaneamente ai quattro venti, no? se non altro come pura strategia di marketing per acchiapparsi una bella fetta di clientela....

    RispondiElimina
  9. Io so che non c'è ancora la legge che vieta di testare le materie prime, si parlava del 2013 ma pare che slitterà ancora. Altrimenti le campagne LAV cosa le farebbero a fare? Perchè esisterebbe la PETaìA, la BUAV? Io non credo che queste associaoni stiano lì tanto per fare. Se fosse come di tu sarebbe bello ed è per quello che le associazioni animaliste stanno lottando, ma ancora non è così.

    RispondiElimina
  10. precisina bis :)7 luglio 2011 14:39

    La legge che vieta sperimentazione e commercio di prodotti testati c'è ed è del 2009. Si riferisce anche agli ingredienti.
    Ci sono però 3 tipi di test (test di tossicità ripetuta, test di tossicità riproduttiva e test di tossicocinetica) per cui non c'è alternativa in vitro.
    Le liste, (quelle attendibili e aggiornate, perchè ne girano anche di vecchie e obsolete) certificano che l'azienda X non usi ingredienti "creati" dopo una certa data, cioè per cui è stato necessario fare i 3 tipi di test per cui non c'è alternativa in vitro
    Gli ambientalisti continuano a lottare proprio perchè manca l'alternativa in vitro per 3 tipi di test.
    Quindi attualmente tutte le marche sono uguali da questo punto di vista. Per intenderci, omnia botanica sta sullo stesso piano di garnier quanto a test su animali, per quanto riguarda certificazioni. infatti non si trova in nessuna lista.
    Le marche presenti nelle liste hanno scelto di non inserire ingredienti nuovi nelle loro formule per evitare che vengano fatti quei 3 tipi di test (invevitabili secondo la legislazione attuale).
    Questo è quanto le differenzia dagli altri. Ma non significa che chi non è sulle liste testa o che NECESSARIAMENTE p&g fa test su animali. e questo non perchè difenda odiose multinazionali, ma è giusto secondo me che su questo argomento non si faccia confusione e non si scrivano inesattezze!

    RispondiElimina
  11. si ma almeno omnia botanica (non scordiamoci cmq che è Paglieri, non l'aziendina sotto casa tutta pura e casta) se testa, testa prodotti naturali, non cose chimiche potenzialmente distruttive.
    cmq come dici tu c'è poca chiarezza in merito.

    RispondiElimina
  12. la differenza non la fa il test dell'ingrediente naturale o meno purtroppo. negli occhi di un coniglio non credo faccia un gran bene un tensioattivo ammesso in una formula ecobio.
    consiglio di dare un'occhiata ai forum di saicosatispalmi e promiseland in cui si è affrontato il discorso toccando i punti chiave. l'amministratrice di scts ha pure fatto un podcast a mio avviso molto chiaro sulla questione.

    RispondiElimina
  13. Frequento entrambi i forum, io comunque cerco sempre di sceglier eil meno peggio.
    E devo dire che c'è molta molta poca chiarezza sulla questione. Io però non metterei Omnia Botanica e Garnier sullo stesso livello, insomma sono due cose ben diverse.
    L'Omnia Botanica mi ha sempre dato risposte ai quesiti che ho fatto, Garnier, L'oreal & co. non mi hanno mai risposto. Quindi i miei dubbi rimangono ed i miei soldi a loro non li do.

    RispondiElimina
  14. Sto cercando questo testo della legge 2009, appena lo trovo lo leggo. Intanto ho trovato questo articolo dell'Enpa dove si contraddicono loro stessi! -.-''' quindi c'è veramente qualcosa che non va. si dice che dal 2009 non si possono più testare gli ingredienti, ma al punto seguente si parla di aziende che non testano i loro ingredienti... ma se sono vietati? Mhà... Francamente trovo tutto questo empre più trano.
    e continuo a preferire le aziende che mi rispondono in maniera trasparente piuttosto che quelle che non rispondono o restano vaghe, perchè qui gatta ci cova, legge o non legge.
    Poi le multinazionali ovviamnete per me sono fuori discussione aprescindere :)
    Riguardo invece gli ingredienti naturali, anche nuovi, di uelli ho letto che non c'è obbligo di test quindi al coniglio non viene iniettato proprio niente, così almeno Omnia Botanica è sava (ma loro del resto me l'hanno detto). ^^

    RispondiElimina
  15. Quando dico che omnia botanica e garnier sono sullo stesso piano non mi riferisco certo alle politiche e alla bontà degli ingredienti, ma alla questione dei test sugli animali.
    Se entrambe vogliono inserire nelle loro formule un ingrediente (anche verde ma di sintesi, non una materia prima naturale) "creato" dopo una certa data, entrambe devono fare quei 3 test, di cui ho detto sopra, per cui non c'è alternativa, sugli animali. il fatto che una non risponde alle mail e l'altra si ha a cbe fare con la trasparenza, la sensibilità verso il cliente, ma non coi test sugli animali, perchè ENTRAMBE devono sottostare alla stessa legge.

    Il discorso dell'enpa sembra effettivamente contraddittorio e magari si sono spiegati male, ma entrambe le cose sono vere perchè:
    - è vero che i test sono vietati dal 2009 (cioè tutti i test per cui c'è alternativa)
    - ma è anche vero che ci sono 3 test per cui un'alternativa non c'è.
    Le "aziende che non testano i loro ingredienti" sono quelle aziende che hanno deciso di non inserire nelle loro formule ingredienti nuovi per evitare quei 3 test per cui non c'è alternativa che per un ingrediente nuovo andrebbero fatti.
    quindi ingrediente nuovo (di sintesi) = 3 test su animali inevitabili.
    Ergo, se omnia botanica (che non sta in nessuna lista) inserisce un ingrediente nuovo, quell'ingrediente puoi stare sicura che verrà testato. se un'azienda presente nelle famose liste inserisce un ingrediente che va testato, esce dalla lista.
    Al di là di questi 3 test inevitabili i test sono VIETATI PER TUTTE LE AZIENDE. per questo si parla di "test vietati", ma contemporaneamente "marchi che non testano". sarebbe a tal proposito più corretto parlare di "marchi che non inseriscono oggi nelle loro formule ingredienti che altrimenti andrebbero testati"
    spero di aver fatto un po' di chiarezza :) ora che anche io finalmente mi sono chiarita molti dubbi :)

    PS. attenzione: i nuovi ingredienti naturali che non devono essere testati non sono tutti quelli a bollino verde, ma sono le materie prime usate non di sintesi, come un olio, una cera, un argilla. quindi da questo punto di vista neanche omnia botanica "è salva" perchè non usa di certo solo materie prime naturali, bensì anche materie prime di sintesi (ad es i tensioattivi) ma comunque ammessi in una formula eco (a bollino verde)

    RispondiElimina
  16. Ti ringrazio per la super spiegazione :)
    Sono andata a leggermi la legge ed anche altri articoli in giro sull'argomento (in più ho visto/sentito vari video). L'idea che mi sono fatta è che ora quando scrivo alle aziende la cosa che devo chiedere non sono più i test sulle materie prime ma se hanno inserito ingredienti nuovi nei loro prodotti.
    Comunque per quanto riguarda omnia botanica, usa sempre gli stessi ingredienti per tutto più o meno, non è una di quelle marche, come appunto può essere la Garnier (o anche altre, è solo che abbiamo preso queste due marche e continuo ad usarle, ma potrebbero essere anche nomi diversi) che continuamente escono con nuove creme dai super poteri, con nuovi ingredienti che vengono definitivi miracolosi (i giornali sono pieni di queste pubblicità).
    La stessa cosa purtroppo la temo per Bottega Verde, quindi a questo punto non comprerò più da loro.
    Per gli ingredienti naturali avevo capito il senso :D
    In ogni caso scriverò nuovamente ad Omnia Botanica e chiederò lumi anche in questo caso, il fatto che non sia presente in nessuna lista non la esclude dal fatto di essere cruelty free. Ricordo quando Fitocose non era presente in nessuna lista ma era comunque cruelty free in tutto e per tutto (ti parlo del 2003 quando li ho scoperti).
    Per i resto, praticamente non è cambiato nulla da quello che era prima, ci sono sempre le marche no e le marche si, quindi di conseguenza il mio discorso sulle multinazionali resta tale (e comunque, per inciso, non comprerei da loro nemmeno se smettessero totalemnte i test sugli animali, è una cosa di principio).
    Praticamente niente di diverso dal solito, solo molto più occhio ad ingredienti che non mi suonano.

    RispondiElimina
  17. ma neanche io comprerei da loro, figurati!
    quello che ho detto l'ho detto solo perchè avevo percepito un po' di confusione sull'argomento e il rischio se si scrive non avendo chiara la situazione è di confondere ancora di più chi legge :)
    quello che è a favore delle marche ecobio è che, presenti delle liste o meno, gli ingredienti alla fine sono sempre gli stessi, rimescolati!

    RispondiElimina
  18. :)
    Bene, devo ringraziarti per avermi fatto notare il tutto :) sicuramente al mio ritorno farò un post sull'argomento, sperando di chiarire anche altre persone la situazione un po' complicata :)

    RispondiElimina

Mi fa piacere leggere i vostri commenti e non spaventatevi per la moderazione, è stata messa solo per evitare lo spam :)
I vostri commenti aiutano il blog a crescere e mi fanno capire se il post che ho scritto è stato da voi apprezzato, per cui non siate timidi!

Vi prego solo di:
- evitare insulti, attacchi alla persona o critiche non costruttive e poco gradevoli
- messaggi del tipo "ciao, bel post, passa da me" con relativo link. Questo blog non supporta il sub4sub. Ogni volta che una nuova persona si iscrive al mio blog o commenta, la prima cosa che faccio è vedere se ha un blog. Quindi se quel che trovo mi piace, ricambio l'iscrizione, altrimenti pace. Non è detto che se tu segui me, io debba seguire te, io seguo tante persone che non mi seguono, ma non per questo tolgo loro il mio sostegno :)